Benvenuto nel nostro centro di Formazione - SKILLSUP

Fare Accoglienza Enoturistica in Azienda

  • Home
  • Corsi
  • Fare Accoglienza Enoturistica in Azienda

Fare Accoglienza Enoturistica in Azienda

01 Set, 2023
Descrizione

L’enoturismo e il turismo gastronomico sono dei segmenti di mercato in continua crescita. La pandemia ha accelerato molto la necessità di riconnetterci con la natura. L’enoturismo è una tipologia di business che ha due macro-obiettivi: la comunicazione e sponsorizzazione diretta dell’azienda e dei suoi prodotti e la vendita diretta dei vini. Questi due obiettivi vanno parallelamente e meglio sappiamo comunicare la realtà della nostra azienda, meglio potremo vendere direttamente i vini ai nostri ospiti. Il lavoro che le imprese del vino si trovano a dover realizzare riguarda sia il fronte strutturale che quello organizzativo e comunicativo. Per valorizzare il territorio diventa necessario conoscere il patrimonio culturale, il ritratto storico sociale, gli usi e costumi, eventuali punti di riferimento e tutto ciò che rende speciale una determinata destinazione. Oltre a questi requisiti, diventa opportuno anche offrire ai partecipanti un ambiente accogliente che sappia perfezionare il lato turistico delle destinazioni L’attività formativa si pone quindi come obiettivo, quella di creare una storia, un’identità accogliente in cui il turista si senta “viziato” sotto ogni aspetto. Una sorta di narrazione territoriale che coinvolge tutti gli attori coinvolti, in un’esperienza sensoriale, curiosa e attenta.

 

Area Strategica:  Turismo Eventi e Territorio 

Descrizione area strategica: In un contesto attuale in cui si sta riscoprendo la bellezza di ciò che ci circonda, e il valore intrinseco che hanno i luoghi intorno a noi, organizzare eventi di prossimità diventa importante per esaltare i vari contesti e aumentarne l’attrattiva su più livelli. Sempre più persone, per il loro tempo libero, vanno alla ricerca della genuinità, delle tradizioni, della natura, di semplicità, di esperienze che li mettano in contatto con le proprie radici ma che, allo stesso tempo, facciano loro esplorare nuovi sapori, sensazioni, avventure, atmosfere, storie. Vogliono rendersi protagonisti di un nuovo tipo di turismo che si potrebbe definire slow, composto da piccoli eventi che sappiano coinvolgerli, stupirli, rassicurarli, divertirli.

 

Descrizione modalità erogazione e formazione: La formazione si potrà tenere sia in aula, tramite lezione frontale tramite l’utilizzo di diapositive, videoproiettore e lavagna sia in modalità virtuale tramite videoconferenza in modalità sincrona per il 100% delle ore di formazione. La modalità d’aula virtuale sarà supportata da specifica piattaforma che permetta di tracciare i singoli log dei singoli partecipanti e fornisce la possibilità di creare momenti di confronto e di apprendimento.

Modalità di certificazione: Attestazione degli elementi di competenza

Descrizione modalità di certificazione: Le conoscenze e le abilità che verranno prese in considerazione provengono dalla figura professionale di Addetto alle attività di informazione ed accoglienza turistica. Verranno certificati i soli elementi di competenza effettivamente esplicati ed acquisiti durante l’attività di formazione. Al termine della formazione, verrà somministrato un test di apprendimento finale composto da 10 domande a risposta chiusa al fine di verificare le conoscenze acquisite e trasmesse durante l’iter di formazione. Le esercitazioni pratiche somministrate dal docente permetteranno la valutazione delle abilità connesse alla competenza da acquisire. La valutazione sarà effettuata direttamente dal docente di concerto con il referente del progetto. Verrà inoltre somministrato un questionario di gradimento al fine di valutare l’organizzazione e il percorso di formazione da parte dei singoli partecipanti.